Breaking news!!!


“….odierna seduta parlamentare, la maggioranza ha approvato un emendamento che rivoluzionera’ la complic…. Un momento. Il nostro inviato speciale ci chiede la linea. Margherita, cosa succede?”

Buona sera, studio. Qui e’ Margherita La Rosa da via Malvasia, Bologna. Mentre vi parliamo e’ in corso un attacco verde ad opera dei famigerati Terra di Nettuno che…."

“Un momento, Margherita. Famigerati chi? Non ne ho mai sentito parlare prima”

Terra di Nettuno. Sono guerrilla gardeners, giardinieri d’assalto che….

“Ho capito: il solito gruppo di figli dei fiori che non si decidono a crescere”

No, studio. Vi sbagliate. Sono persone giovani, spiriti indipendenti che….

“Si’, si’ si’…. I soliti fricchettoni perditempo”

Puo’ darsi, pero’ stanno facendo qualcosa di…. inaspettato

“Va bene, raccontaci cosa succede cosi’ la finisci di interrompere”

Grazie, studio. Qui Margherita  La Rosa, da via Malvasia, Bologna (l’ho gia’ detto vero?). Siamo di fronte ad un assalto al degrado urbano. Nella zona delle case popolari del quartiere Porto, alla spicciolata sono arrivati dei giovani (e dei meno giovani) con zappe, rastrelli, fiori, piante e semi. Oggi, 1 maggio, e’ stata indetta la Giornata Internazionale del Girasole e in tutto il mondo, attivisti verdi si sono dati l’appuntamento per seminare semi di girasole che, nel giro di un paio di mesi, coloreranno di giallo le citta’.
In questo istante, i ragazzi qui presenti, stanno scavando un’aiuola abbandonata a se stessa. Il progetto e’ di recintare due quadrati di circa 3 metri di lato dove seminare i girasoli e di posizionare ai quattro angoli dei quadrati, delle piante di oleandro.
Ma ci avviciniamo a loro per scoprire qualcosa di piu’.
Ciao! Sono Margherita La Rosa di Canale Verde. Come ti chiami?

“Florian”

Un nome molto floreale! Complimenti! Ma perche’ stai usando un badile come fosse una zappa?

“Senti, e’ gia tanto che ho capito quale sia l’alto e il basso di questo afffare!”

Grazie, Florian! Buon lavoro! Come vedete, amici di Canale Verde, non ci sono giardinieri professionisti. Eccone un altro che ci da’ dentro. Ciao! Tu sei?

“Tommi”

Tommi, non mi pare tu abbia delle calzature adatte a fare questo lavoro

“E’ vero, ma c’e’ chi e’ messo peggio: uno di noi ha comprato due stivali sinistri”

Grazie, Tommi. Andiamo da qualcun altro. Ciao, chi sei e cosa fai?

“Mi chiamo Viola e se fai una battuta sul nome e il guerrilla gardening non avrai il tempo di capire cosa ti ha colpito”

Come vedete, telespettatori, si tratta di pericolosissimi individui, armati fino ai denti, aggressivi e suscettibili. Ma…. un momento! Stanno piantando dei Verbascum!!!”
.
.
.
.
.
.
“Perche’ vi siete fermati tutti?”

“VERBASCUM?!?!?!”

Si', quella specie di cavoli pelosi….

“Ehi ragazzi! Avete sentito? Sono verbascum!!!!”

Lasciamo che i guerriglieri si soprendano della nostra immensa conoscenza. Li vediamo mentre dispongono dei….shhhhhhhh! verbascum! a cerchio intorno a due pantine colorate. Notiamo che non vengono protetti da nessuna recinzione. Un momento! Si avvicina qualcuno! Signora, che fa?

“Sono Valentina e porto da mangiare a questi ragazzi!”

Ma lei e’ un angelo! Li conosce?

“No, ma stanno facendo un bel lavoro, non le pare? Qui ci sono tanti spazi verdi abbandonati, il Comune non se ne cura. E’ bello vedere che dei ragazzi giovani si danno tanto da fare per rendere la citta’ piu’ bella. Vuole un biscotto?”

No, grazie. Come vedete, studio, qui i lavori procedono. Per ora, da Via Malvasia, Bologna, e’ tutto

“Grazie Margherita. Proseguiamo con le notizie: un aereo di linea, in volo sopra la Repubblica di…. COS’ALTRO C’E’????”

Qui Margherita La Rosa. I guerriglieri hanno finito e hanno piantato dei cartelli che rivendicano lì azione. Ora, un gruppo di loro si sta muovendo verso via Porrettana, dove semineranno altri semi di girasoli. L’intera citta’ e’ sotto attacco! Vi daremo maggiori dettagli nella prossima edizione

“Grazie Margherita. Dove eravamo rimasti? Ah si’…. L’aereo… OH PORCA MISERIA! ANCORA?!?!?”

Studio, sono incontenibili. Ci siamo appena spostati in Porta Lame, alla rotonda dei Partigiani

“Ma sono impazziti? Quella e’ un’area meravigliosa, con le statue del Partigiano e della Partigiana a perenne ricordo della battaglia di Porta Lame, combattuta il 7 novembre 1944 contro i nazisti. Cosa pensano di fare?”

Stanno seminando girasoli anche qui

“Ma perche’? Non e’ un’area degradata!”

Ce lo facciamo spiegare da una di loro. Il suo nome di battaglia e’ Nejken. Allora, Nejken, perche’ proprio qui?

“E’ un omaggio ai partigiani. C’e’ un sottile collegamento tra quello che hanno fatto loro e quello che stiamo facendo noi”.

Stai parlando della Resistenza?

“Esattamente. La nostra resistenza e’ quella contro il degrado urbano e civile”

Si’, ma questa non e’ un’area abbandonata

“No, e’ vero. Ma c’e’ un imbarbarimento della societa’ – non solo bolognese – che noi non possiamo accettare. Per questo, noi rinnoviamo oggi la Resistenza (quella con la maiuscola) con la nostra, una resistenza all’intorpidimento delle coscienze. Con questa azione, noi vogliamo risvegliare cio’ che c’e’ di buono nei Cittadini. Non vediamo contrapposizione, tra le due forme di resistenza”.

Grazie Nejken. Studio, da Porta Lame, vi restituisco la linea

“Grazie Margherita. Il nostro tempo e’ scaduto. Vi auguriamo un buon proseguimento di serata e vi invitiamo a seguire i Terra di Nettuno su Facebook. Arrivederci. Sigla.”

PA-PA-PAAAAAAAAAAAA-PA-RA-PAAAAAAAAAAAAA!!!!!




Florian lo zappatore con il badile

Le bianche scarpe di Tommi

Bassa manovalanza (nel senso di "in basso")

Oleandro in posizione

"Per le potenze del sottosuolo! Cosa abbiamo dissotterrato?"

Cento misure, un taglio solo!

Cavoli pelosi






La semina in via Porrettana

Porta Lame: la rotonda dei partigiani




Oh bella ciao!

Foto di gruppo


Qualche mese dopo: i girasoli fanno capolino!

Qualche mese dopo: monsieur le verbascum!


Commenti

Post popolari in questo blog

Good news

Il Crealis che distrugge

Festa di Primavera!