Bollettino della Vittoria

“Lo sai che giorno e’ domani?”
“Si’, venerdi’”
“Ma no, intendo la data”
“4 novembre. E allora?”
“E’ la festa delle Forze Armate”
“Ah gia’, e’ vero. Andiamo a vedere la parata militare in piazza?”
*****************************

Comando Supremo, 4 novembre 2011, ore 12


La guerra contro il degrado che, sotto l'alta guida di Guerrilla Gardening Italia, duce supremo, i Giardinieri Italiani, inferiori per numero e per mezzi, iniziarono nel 2004 e con fede incrollabile e tenace valore condussero ininterrotta ed asprissima per 7 anni, è vinta.

La gigantesca battaglia ingaggiata il 4 novembre ed alla quale prendevano parte Terra di Nettuno e numerose divisioni alleate su tutto il territorio italiano, contro la desolazione, è finita.

Il degrado è annientato.

Laddove c’era abbandono, e’ stato portato il profumo e il colore dei fiori e il 4 novembre e’ stato liberato dalla retorica militare e restituito ai Cittadini come una giornata di pace e di allegria.

Luogo della battaglia e’ stato Piazza Azzarita, nei pressi del Paladozza, dove sono presenti alcune “aiuole” ricettacolo di rifiuti e di lasciti…. canini.

Nei giorni precedenti l’attacco, il meteo infingardo ha piu’ volte messo a dura prova l’animo e lo slancio patriottico dei Guerriglieri bolognesi ed e’ indubbio che molti degli oltre 140 “partecipero’” cliccati su Facebook sono stati fuorviati da cotale diversione attuata dall’agguerrito nemico.

Alle ore 10, e’ iniziata l’adunata.
Dai mezzi corazzati (una seicento caricata all’inverosimile!!!), venivano alacremente scaricati attrezzi, secchi, terriccio, piante varie, bastoni di legno, cartelli e tanta altra roba piu’ o meno utile.
Nonostante la pioggia, il gruppo andava via via infoltendosi mentre comparivano coloratissimi ciclamini che presto avrebbero trovato una nuova dimora.

A sostegno, nel momento supremo, giungevano a risollevare gli animi mesti, i Mulini a Vento, un favoloso e allegro “gruppo di persone” (come loro stessi si definiscono!) accomunati dal piacere di fare musica r(i)esistente.

Mentre i Reparti di Zappamento venivano sapientemente schierati dagli Ufficiali sul campo di battaglia, giungevano informazioni che spronavano gli arditi al martirio: sulla prima pagina dell’edizione nazionale di Repubblica veniva infatti dato ampio risalto alle gesta dei Guerriglieri di tutta Italia.

Nel frattempo, l’Ufficio Propaganda intesseva relazioni informali con cronisti di Radio Citta’ del Capo. Ignari della presenza di orecchie indiscrete, i nostri Alti Comandi venivano avvicinati da un vivaista che, interessato al Piano di Battaglia, dava ampia disponibilita’ di rifornimento di mezzi ed armi per i futuri attacchi verdi.

Venivano intanto scartati i bulbi di tulipano, crochi ed altre piante bulbeggianti donati da un negozio di Bologna  destinati ad essere interrati proprio per la giornata nazionale del guerrilla gardening (a margine, ci tocca ammettere che delle persone che hanno ritirato il prezioso omaggio, ben poche si sono presentate a Piazza Azzarita. Speriamo li abbiano seminati altrove e non nel giardino di casa propria!).

All’azione, prendevano parte circa venti guerriglieri, in successive ondate.

Tra questi, alcuni rappresentanti di Trameurbane GuerrillaGardening, con i quali speriamo di avere ulteriori e fruttuose collaborazioni!

Al segnale convenuto, lo zappamento iniziava alacre ed immediatamente il terreno opponeva ardua resistenza. Veniva persino scoperto, lungo il perimetro dell’aiuola,  un tubo di plastica da irrigazione, non collegato a nessun rubinetto, resti di quello che fu un giardino mai realizzato negli anni precedenti.

Venivano cosi’ piantati senza sosta numerosi iris (portati da Anna), moltissimi ciclamini, un meraviglioso alberello di gineprodelle lavande, alcune perovskie e potentille  (che – a dire il vero – in questo momento hanno l’aria di essere solo dei cespuglietti rinsecchiti ma che, secondo il vivaista che ce le ha vendute, ci sorprenderanno in primavera con un’esplosione di colori).

Durante l’attacco, numerosi civili, attirati dalla musica e dai muscoli in movimento, si avvicinavano dimostrando interesse e disponibilita’ al confronto: c’e’ chi ha offerto la merenda, chi ha contribuito alle spese e chi, seppure di giovanissima eta’, ha contribuito alla realizzazione del nostro piccolo giardino.

Quando ormai le forze stavano finendo, (e tutte le munizioni fiorite erano state utilizzate), arrivava a spronare gli stanchi combattenti la Casual Cavalleria!!!

Trascinati da Giovanni, i ragazzi di Radio Kairos (che nei giorni scorsi ci hanno ospitato sul loro divanetto in studio),  hanno portato una quantita’ indescrivibile di piante e piantine: ciclamini grandi e piccoli, bossi, gazanie, cinerarie e persino un glicine che veniva rispedito a casa per non rischiare di distruggere il muretto perimetrale ma che, a tempo debito, trovera’ una giusta collocazione.

Al termine della fatica, l’area veniva fantasiosamente ed artisticamente (!!!) recintata con un sistema di corde e paletti che prendeva spunto dai fenomenali ragazzi di Guerrilla Gardening Palermo.

I resti di quello che fu uno dei più orribili squallori del mondo, abbandonano in disordine e senza speranza le aiuole che avevano occupato con orgogliosa sicurezza.

Il Capo di Stato Maggiore di Terra di Nettuno.

******************************
  
E per concludere, lasciamo da parte la prosopopea pseudo-militaresca con cui non ci troviamo certo a nostro agio e facciamo i nostri piu’ sentiti ringraziamenti.

Un grazie immenso a tutti: a chi ha pensato e organizzato questa splendida iniziativa nazionale, ai Guerriglieri di tutta Italia, ai nettuniani vecchi e nuovi che hanno partecipato all’azione, ai Mulini a Vento per l’entusiasmo con cui ci hanno sostenuto, alla Casual Cavalry, ai cronisti che ci sono venuti a trovare, a chi ci ha donato piante e bulbi, a chi ce le ha promesse, a chi ha contribuito alle spese, a chi ci ha portato la merenda e un sorriso.

E grazie a tutti quelli che non c’erano ma che ci stanno facendo un sacco di complimenti su facebook.
La prossima volta, vi aspettiamo per divertirci ancora di piu’!

La guerriglia e’ appena cominciata!

Terra di Nettuno




i Mulini a Vento





Zappe e chitarre


L'arrivo della Casual Cavalry!








Puoi trovare altre foto qui

Commenti

Post popolari in questo blog

Good news

Il Crealis che distrugge

Festa di Primavera!